- Snaporaz
Snaporaz

Autori

Alberto Pezzotta scrive di cinema (su «Blow Up» e «Film TV»), insegna (alla IULM), traduce (Quentin Tarantino, Woody Allen, Joyce Carol Oates, Chinua Achebe, Abdulrazak Gurnah). Ha pubblicato vari libri, tra cui La critica cinematografica (Carocci) e Ridere civilmente. Il cinema di Luigi Zampa (Cineteca di Bologna).

Se Pacifiction fosse un film di Jess Franco
AP
di Alberto Pezzotta

Se Pacifiction fosse un film di Jess Franco

Il prestigio e la venerazione di cui gode Albert Serra è uno dei misteri gloriosi della cinefilia internazionale che fiorisce e deperisce nei festival. Di certo, a favore del regista catalano nato nel 1975, finora hanno giocato vari fattori: le ambientazioni nell’Ancien Régime dei suoi film più noti – Història de la meva mort, La Mort de […]

Rodrigo Sorogoyen, un regista della crudeltà
AP
di Alberto Pezzotta

Rodrigo Sorogoyen, un regista della crudeltà

Come si diventa autori, nel sistema mediatico del cinema odierno? Nella nicchia della critica italiana – la cui rilevanza e capacità di costruire una cultura condivisa sono notoriamente molto limitate, anche se non solo per colpa sua – Rodrigo Sorogoyen comincia a diventarlo solo ora, al quarto film e mezzo (più una serie tv e […]

Marcello Barlocco: un ritratto
AP
di Alberto Pezzotta

Marcello Barlocco: un ritratto

Nel racconto Un negro voleva Iole di Marcello Barlocco (pubblicato nel 1950, quando non era offensivo scrivere la parola con la g, in Racconti del babbuino, e nel 2020 nella raccolta Un negro voleva Iole edita da Giometti & Antonello), il protagonista, mozzo di una nave mercantile, si arrampica sui cavi e dall’alto manifesta a gran voce il suo desiderio per […]

I Daniels, prima e dopo gli Oscar
AP
di Alberto Pezzotta

I Daniels, prima e dopo gli Oscar

Secondo una massima attribuita a Čechov, se nel primo atto di un’opera teatrale c’è un fucile appeso alla parete, prima della fine deve essere usato da qualcuno. Se in Everything Everywhere All at Once di Daniel Kwan e Daniel Scheinert, meglio noti come i Daniels, su una mensola compaiono un paio di trofei a forma di anal plug, ovvio che dopo […]

Un film leggendario: La Maman et la Putain
AP
di Alberto Pezzotta

Un film leggendario: La Maman et la Putain

VÉRONIKA: Quando ero al cesso ho pensato a voi. C’era una scritta che diceva: LA MIA SMANIA DI AMARE SI APRE SULLA MORTE COME UNA FINESTRA SI APRE SU UN CORTILE. Sotto qualcuno ha scritto: SALTA, NARCISO. Film leggendario, mitizzato e invisibile, quasi inedito in homevideo (in rete si trovava a fatica la registrazione di un vecchio Fuori […]

Sessant’anni di 8½
AP
di Alberto Pezzotta

Sessant’anni di 8½

Perché parlare di 8½? Perché il nome di Snaporaz nasce lì. Perché è appena uscito La bella confusione di Francesco Piccolo (Einaudi), dove Fellini e Visconti (che girano in contemporanea 8½ e Il Gattopardo) appaiono eroi coraggiosi di un’epoca perduta. Perché 8½ uscì nel febbraio di sessant’anni fa e la sua influenza continua: Bardo di González Iñárritu è l’ultimo di una lunghissima serie di film dove c’è […]

Tár: il superspettacolo dell’indecisione
AP
di Alberto Pezzotta

Tár: il superspettacolo dell’indecisione

Per riprendere un’antica categoria di Cinema e pubblico di Vittorio Spinazzola, Tár è un “superspettacolo d’autore”. Solo che dai tempi del Gattopardo sono cambiate ovviamente un po’ di cose.  Superspettacolo, Tár lo è per la durata: 158 minuti. Come i romanzi di ottocento pagine: non si possono non prendere sul serio prodotti così. Size matters. Lo è anche per il budget dichiarato: 35 milioni […]

1 2 3

Leggi Snaporaz

Iscriviti alla Newsletter
e leggi gratis un articolo ogni settimana.