Letteratura - Snaporaz

Una veduta dell'Hotel Terminus il 29 settembre 1963 a Lione, in Francia.
NL
di Nicola Lagioia

La donna in rivolta: su Il posto di Annie Ernaux

Il posto è il libro del 1983 in cui Annie Ernaux ricorda suo padre e, così facendo, racconta la storia di una famiglia francese passata, nel giro di tre generazioni, per diversi salti sociali, antropologici, forse morali. Da analfabeti a scrittori. Da contadini a operai, a commercianti. Da proletari a piccolo borghesi. Da calpestati dalla Storia […]

Yiddish urrà! “Willy” di Israel Joshua Singer
IS
di Irene Salvatori

Yiddish urrà! “Willy” di Israel Joshua Singer

Un giorno di sole di moltissimi anni fa salii su un treno e lasciai la provinciucola di mare per andare in città, dove, in una libreria tanto bella quanto piccola, c’era Abraham Yehoshua che presentava un suo libro. Eravamo in tanti e trovai posto inerpicandomi in cima a una sorta di balaustra, scala o mezzanino […]

Come si acquisisce uno stile personale, o almeno ci si prova
WS
di Walter Siti

Come si acquisisce uno stile personale, o almeno ci si prova

Questo testo, il primo di una serie sull’arte della scrittura, è pubblicato, come quelli che seguiranno, grazie alla collaborazione con la scuola Belleville. All’inizio non sai di avere uno stile, cerchi solo di non assomigliare a nessuno. Sono pochi quelli che cominciano imitando: in genere sono i fan di uno scrittore fortemente caratterizzato, che sia […]

Ridurre il fumo. Intervista a Domenico Starnone
GS
di Gianluigi Simonetti

Ridurre il fumo. Intervista a Domenico Starnone

G.S.: Vorrei cominciare, per questa conversazione, dalla prima pagina del tuo ultimo romanzo, Il vecchio al mare. Cominciare quindi da un anziano signore su una spiaggia ventosa, con borsone a tracolla e sedia pieghevole in spalla, che vede lampeggiare accanto a sé, mentre cammina sulla sabbia, una figurina dai contorni d’oro: non un corpo vero e proprio, […]

“Un bagliore”. Incontro con Jon Fosse
NC
di Nicola H. Cosentino

“Un bagliore”. Incontro con Jon Fosse

«Ah, non lo so. Potrei chiederti la stessa cosa». È la risposta preferita di Jon Fosse, Premio Nobel per la Letteratura nel 2023, a ogni domanda sul significato dei suoi libri. Nei quali, lo sottolinea più volte, si inoltra incautamente, da straniero, quasi come noi lettori. «Non so cosa vogliano dire. Non interpreto mai le mie […]

Femminismo post-atomico tra Robert Sheckley e Philip Roth
FP
di Fabrizio Patriarca

Femminismo post-atomico tra Robert Sheckley e Philip Roth

Nugent Miller, pacifico professore di storia antica al Laurelville College del Tennessee, «alto, magro, con un’espressione di tristezza sul volto bruciato dal sole», gli occhiali in montatura d’osso rattoppati con lo spago, è l’unica persona (pare) scampata al bombardamento nucleare che ha annientato gli Stati Uniti.  All’inizio del racconto di Robert Sheckley Nugent Miller e le […]

Paolo Di Paolo al di qua di se stesso: “Romanzo senza umani”
LM
di Lorenzo Marchese

Paolo Di Paolo al di qua di se stesso: “Romanzo senza umani”

Romanzo senza umani è quel tipo di libro che ripone una grande fiducia nei suoi lettori: concessa però a patto che capiscano espressamente ciò che è stato deciso in partenza per loro. Accade sin dal titolo, che evoca temi e tensioni postumane con peculiare sensibilità per l’aria che tira, salvo rovesciare le aspettative alla terza pagina, […]

Gérard d’Houville: tra sdegno e passione
PD
di Pasquale Di Palmo

Gérard d’Houville: tra sdegno e passione

Marie-Louise-Antoinette de Heredia nasce a Parigi il 20 dicembre 1875. Adotterà il nom de plume maschile Gérard d’Houville, ricavato dal cognome della nonna paterna. È la seconda delle tre figlie del poeta parnassiano di origine cubana José-Maria de Heredia che conobbe una discreta notorietà con la raccolta Les Trophées, edita nel 1893, divenendo l’anno successivo Accademico di […]

1 2 3 13

Leggi Snaporaz

Iscriviti alla Newsletter
e leggi gratis un articolo ogni settimana.