Arte e Architettura - Snaporaz

Wróblewski,Andrzej Wróblewski,pittori polacchi,arte polacca,artisti polacchi,pittura polacca,Irene Salvatori
Lucia Tozzi,murales,street art,bansky,Andrea caputo,Cyop&Kaf
LT
di Lucia Tozzi

Maledetti murales

«Graffiti artists are the copywriters for the capitalist created phenomenon of urban art. Graffiti artists are the performing spray-can monkeys for gentrification». Nel 2009 il nesso tra street art e gentrificazione era già a tal punto evidente che il collettivo Appropriate Media aveva cominciato a bombardare di vernice rossa le opere di Banksy nella sua […]

Un pittore davvero polacco: Andrzej Wróblewski
IS
di Irene Salvatori

Un pittore davvero polacco: Andrzej Wróblewski

Una delle chiavi per avvicinarsi alla cultura polacca è tener conto della biografia dei suoi artisti: pittori, scrittori o ballerini che siano. Un po’ come della biografia del loro paese, questo paesone parcheggiato in mezzo all’Europa, pieno da sempre di minoranze e che per oltre un centinaio di anni è scomparso dalle cartine geografiche come […]

La disobbedienza in immagini
CA
di Carola Allemandi

La disobbedienza in immagini

“Police line. Do not cross”. La striscia segnaletica, come un vero muro difensivo, copre totalmente i visi allineati dei poliziotti armati. Il popolo statunitense, intanto, insorge.  Non accade spesso di vedere mostre dedicate alle contestazioni civili, soprattutto contemporanee, e questo, quando finalmente capita di visitarne una, fa riflettere. Fa riflettere su argomenti già trattati e […]

Il museo immaginario di Martín Bollati
LG
di Luca Galofaro

Il museo immaginario di Martín Bollati

Nel 1947 lo scrittore André Malraux, che fu anche ministro della cultura dal 1959 al 1969, pubblica un libro dal titolo interessante, Il Museo immaginario, in cui si sofferma sul ruolo fondamentale giocato dall’editoria nella diffusione delle riproduzioni in bianco e nero di opere d’arte: la grande disponibilità di fotografie e stampe consentiva finalmente agli appassionati […]

Martin Parr, fotografo comico
AM
di Arianna Marelli

Martin Parr, fotografo comico

Come e perché una fotografia può essere comica? Perché inquadra, castigandolo, il vizio? Perché, da dietro la lente razionale dell’obiettivo, sottolinea la stupidità umana? Perché dissacra l’ordine politico-sociale vigente, la sua (a)morale, la sua (presunta) logica? Perché alza il riso contro la morte? Lo studio che alcuni anni fa Concetta D’Angeli e Guido Paduano hanno […]

Non è detta l’ultima parola: Botus, Duchamp, La Gaya Scienza, Van Herpen, Cavagnoli
FN
di Federico Nicolao

Non è detta l’ultima parola: Botus, Duchamp, La Gaya Scienza, Van Herpen, Cavagnoli

Come ogni mese, Federico Nicolao ci parla di eventi e mostre d’arte passati, presenti e futuri: Non è detta l’ultima parola. Se ne è parlato Dieric Botus Dieric Bouts (1415 ca.-1475) ossessiona tutti gli appassionati di paesaggio e di ritratto. Pittore enigmatico, la sua arte ha rivoluzionato la storia della prospettiva: il modo personale di integrare composizione […]

L’inutilità delle macchine
MP
di Marco Petroni

L’inutilità delle macchine

Si è concluso da poco, presso la galleria di Roma Magazzino, un interessante progetto espositivo dal titolo Macchine inutili. Si tratta di un dialogo tra due giganti dell’arte, Gianni Colombo e Bruno Munari. Curato da Marco Scotini in collaborazione con Filippo Percassi, il progetto si concentra sulla capacità dei due artisti di aprire nuove traiettorie percettive […]

Giulia Niccolai: fotografia e frisbee
CA
di Carola Allemandi

Giulia Niccolai: fotografia e frisbee

Il fermento poetico che anima l’Italia durante il secondo dopoguerra, e in particolare nell’arco degli anni Sessanta-Settanta, è noto. In questo periodo prendono vita le principali fasi che hanno portato all’apice la sperimentazione nel linguaggio. Anche l’immagine, compresa quella fotografica, sta vivendo trasformazioni analoghe. Si ricordino, ad esempio, le operazioni di Mimmo Jodice sul mezzo […]

Chi ha paura del cemento armato?
RF
di Riccardo Frola

Chi ha paura del cemento armato?

A sentir parlare alcuni di noi critici “radicali”, pare che tutti i disastri ambientali degli ultimi mesi, dal terremoto sui monti dell’Atlante marocchino agli abusi edilizi della Turchia, siano da imputare all’attuale “sistema” capitalistico. Magari fosse così semplice. E poi, quali sono le proposte dei critici sulla gestione del territorio, sulla scelta dei futuri materiali […]

1 2 3 8

Leggi Snaporaz

Iscriviti alla Newsletter
e leggi gratis un articolo ogni settimana.